focaccine-nuove-fermente
Lievito Madre,  Pane e Pizza,  Salato,  Snack e Finger Food

Focaccine all’olio di oliva, con lievito madre

 

La ricetta di queste focaccine è nata da una precisa richiesta di mio figlio Andrea, che ogni tanto esprime un desiderio mangereccio ed io, mamma chioccia, corro a esaudirlo!!! 😉
La sua scuola acconsente al fatto che i bambini portino una piccola merenda per la mattina, cose semplici quali crackers o pizza bianca o frutta. Per due anni non ho fatto altro che mettergli nello zaino un frutto o delle carote, ma temo si sia un po’ annoiato, oltre a dover tener conto che l’impegno in terza elementare è maggiore e, di conseguenza, anche il dispendio di energie. Fatto sta che, la scorsa settimana, mi ha chiesto “…quelle focaccine con le olive…” che tanti anni fa compravamo al fornaio.
Avevo giusto appuntato tra le note del mio cellulare una ricetta di focaccia provata tempo fa, in uno di quei momenti folli in cui apro la dispensa, decisa a inventare una ricetta mia, ma non mi soddisfaceva moltissimo, pertanto l’ho ritoccata e tarato la cottura su pezzi più piccoli, aggiungendo la variante dell’emulsione finale.

focaccine-nuove-fermente-001
Vuoi restare aggiornato su tutte le mie ricette e le novità sul mio blog? Allora lascia un LIKE alla mia pagina Facebook!

Vuoi seguirmi su Instagram? Cerca  @fermente_cookingblog!

Focaccine all’olio di oliva, con lievito madre

Ricetta:
100 gr di lievito madre rinfrescato e raddoppiato
300 gr di farina 0 “per pane o pizza” o comunque con forza pari a W260 circa
200 gr di semola rimacinata di grano duro
250 gr di latte
100 gr di acqua
60 gr di olio extravergine di oliva
10 gr di sale
1 cucchiaino di miele

Per l’emulsione:
40 gr di olio extravergine di oliva
40 gr di acqua

Prima della cottura: sale, olive (facoltative)

focaccine-fermente

Procedimento:

Nella planetaria col gancio per impastare oppure a mano, mettete in ciotola la farina, il latte, il miele ed il lievito madre a pezzetti, cominciando ad amalgamare bene il tutto, aggiungendo via via anche l’acqua e quindi il sale. Saranno necessari davvero pochi minuti.
Una volta ottenuto un bell’impasto incordato e liscio, versate l’olio in due o tre soluzioni, facendolo focaccine-fermenteassorbire bene ogni volta.
Adesso l’impasto è pronto. Lasciatelo riposare in ciotola una mezz’ora circa, coperto con un piatto o uno strappo di pellicola, poi versatelo su un piano – se vi serve, spolveratelo con poca semola – fategli due giri di pieghe a tre intervallati da 20/30 minuti e poi riponete l’impasto in ciotola oleata, coprite con pellicola e mettete in frigo per almeno mezza giornata.

Passato il tempo di maturazione in frigo, ripetete un giro di pieghe all’impasto e lasciatelo raddoppiare.
Al raddoppio, spezzate la lievitazione e dividete l’impasto in porzioni da 50 gr circa. Verranno 20 focaccione: 18 da 50 gr e 2 appena più grandi.
Se ne avete bisogno, spolverate leggerissimamente il piano con la semola e arrotondate ogni porzione di pasta come a formare dei panini, mettendoli via via in teglia ricoperta da carta forno. Se non l’avete, ungete bene la teglia con l’olio; ho provato entrambi i metodi e sinceramente preferisco il primo, perchè mi consente di usare un pizzico in meno di olio e ho la certezza assoluta che le pizzette non si attaccheranno alla teglia.
Adesso spennellate le palline con dell’olio e schiacciatele con la punta delle dita, dandogli la forma delle focaccine. Coprite con pellicola e mettete di nuovo al raddoppio al caldo. Io ho messo in forno con la sola lucina accesa.
Una volta raddoppiate, accendente in forno in modalità statica a 190°.
Scoprite le vostre focaccine e schiacciatele nuovamente con la punta delle dita, senza però toccare i bordi esterni.


Questo è il momento per il condimento: mettete le olive schiacciandole bene nelle focaccine oppure passate direttamente all’emulsione (mescolate benissimo l’acqua e l’olio), versata con un cucchiaio o con un biberon a beccuccio. Spruzzate con un po’ di sale.

Infornate al ripiano centrale del forno e cuocete per circa 25/30 minuti. Abbiate cura di non farle scurire troppo, altrimenti rischiano di seccarsi.

Ovviamente, anche queste focaccine si possono congelare!
Io le ho rifatte a distanza di pochi giorni, così so di averne un po’ già pronte non solo per le merende a scuola, ma anche per una cena o un aperitivo dell’ultimo momento!

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *