pane-cioccolato-fermente-000
Croissant e Brioche,  Dolci da Colazione o Merenda,  Lievito Madre,  Pane e Pizza,  Pasticceria

Pane al cioccolato fondente, caffè e nocciole

Su Instagram, per l’iniziativa #conilmiolievitomadre che ho lanciato qualche settimana fa (fate un salto sul mio profilo e leggete sotto alle foto per avere maggiori informazioni, lo trovate cliccando QUI), questa è la settimana del cioccolato ed è per questo che ho voluto sviluppare la ricetta del mio pane al cioccolato.
E’ un pane ricco di sapori, profumato, ma non contiene latticini, a patto di realizzarlo con cioccolato fondente di buona qualità e senza burro anidro o simili. Basta controllare gli ingredienti.
Questo mio pane al cioccolato l’ho voluto apposta perchè fosse un pane da prima colazione o da merenda, una sferzata di energia e aromi.
Contiene caffè, che potete comunque sostituire con acqua o orzo qualora lo voleste condividere con dei bambini.
Vi anticipo già che la mollica è molto soffice ed elastica, abbinata ad una buona crema di nocciole è pura poesia per il palato!

pane-cioccolato-fermente-0011

Pane al cioccolato, caffè e nocciole

Ricetta con lievito madre liquido

500 gr di farina tipo 1
20 gr di cacao amaro in polvere
50 gr di cioccolato fondente fuso
30 gr di olio di semi di girasole
30 gr di zucchero di canna
100 gr di licoli
60 gr di caffè espresso (normale caffè da bere)
250 gr di acqua
8 gr di sale
50 gr di cioccolato fondente tritato
100 gr di nocciole intere

Ricetta con lievito madre solido

450 gr di farina tipo 1
20 gr di cacao amaro in polvere
50 gr di cioccolato fondente fuso
30 gr di olio di semi di girasole
30 gr di zucchero di canna
150 gr di lievito madre solido

60gr di caffè espresso
250 gr di acqua
8 gr di sale
50 gr di cioccolato fondente tritato
100 gr di nocciole intere

Procedimento

Mettete in freezer il cioccolato tritato.
Fondete al microonde o a bagnomaria il resto del cioccolato e amalgamatelo delicatamente con l’olio di semi di girasole.
Impastate insieme la farina, il cacao, il lievito, il caffè espresso, 200 gr di acqua, zucchero e sale, portando a incordatura e aggiungendo via via tutto il resto dell’acqua.
Quando l’impasto è formato, aggiungete il cioccolato fuso mescolato all’olio, che non deve essere caldo.
Una volta concluso l’assorbimento del cioccolato, controllate che l’impasto non sia troppo caldo. Incorporate a questo punto il cioccolato tritato e le nocciole, facendo attenzione a distribuirli bene nell’impasto.
Lasciate riposare il tutto 20 minuti a temperatura ambiente, poi fate un giro di pieghe e ponete a raddoppiare di volume.
Come sempre, il mio suggerimento è di riporre l’impasto in una vaschetta dalle pareti dritte, per segnare con precisione il livello di partenza e quello che deve raggiungere raddoppiando.
Se volete metterlo al caldo, non fatelo stare oltre i 24 gradi, perchè il cioccolato patirebbe.
Una volta raddoppiato l’impasto del pane al cioccolato, procedete alla formatura e mettete in cesto per la seconda lievitazione, che dovrà arrivare fin quasi al raddoppio.
Se non avete cestini da lievitazione, va bene qualunque contenitore di dimensione adatta (scolapasta, ciotole varie, stampo da plumcake, ecc…) rivestito da uno strofinaccio e spolverato leggermente di farina 0 o 00.
Se volete, potete anche fare un passaggio in frigo, ma solo dopo aver tenuto il pane un’oretta a temperatura ambiente, mettendolo poi al freddo per la notte.

pane-cioccolato-fermente-002

La cottura

Quando il pane al cioccolato è giunto a giusta lievitazione, accendete il forno a 250°, statico, mettendo sul fondo un pentolino d’acqua.
A temperatura raggiunta, prendete il vostro pane, spolveratelo con un po’ di semola sulla base e ribaltatelo sulla teglia rovente.
Incidete il pane: con una lama ben affilata, praticate il taglio desiderato.
Infornate e spruzzate acqua sulle pareti del forno e sul fondo, mettendo subito una teglia fredda capovolta due livelli più in su rispetto al pane, in modo da attenuare in parte il calore che viene dall’alto e che asciugherebbe subito la crosta.
Vaporizzate acqua nel forno dopo 5 minuti, dopo 10, dopo 15.
Dopo l’ultima spruzzata di acqua, attendete 5 minuti ancora e poi togliete anche il pentolino d’acqua.
Abbassate la temperatura a 220°.
Dopo altri 10 minuti – ne saranno passati in totale 35 dall’inizio – togliete anche la teglia superiore e abbassate la temperatura a 200°, lasciando cuocere ancora per altri 20 minuti.
A questo punto, fate la prova cottura: capovolgete il pane e bussatelo sotto. Se è ben cotto, suonerà vuoto al centro come ai lati.
Se non è cotto, fatelo andare ancora 10/15 minuti e poi riprovate.
A cottura ultimata, abbassate la temperatura del forno a 160° in modalità ventilata e lasciate lo sportello socchiuso su un mestolo, col pane in forno per altri 15 minuti ad asciugare.
Una volta sfornato, mettete il vostro pane al cioccolato a raffreddare su una gratella e provate a resistere alla tentazione di tagliarlo.
Io non ce l’ho fatta, ero troppo curiosa! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *